34.2 C
Rome
sabato, Giugno 22, 2024
HomeCURIACristo “Centro vitale”

Cristo “Centro vitale”

Date:

«La festa odierna ci invita a riflettere sulla decisione del singolo credente e dell’intera comunità di avere in Cristo il proprio “centro vitale”. L’Eucarestia che adoriamo, portiamo in processione, veneriamo è la presenza reale del Signore Gesù in mezzo a noi. Non è un rito, è il frutto dell’impegno: l’impegno del Signore che perpetua nel memoriale la Sua offerta sacrificale; l’impegno dei credenti di prendere parte al “culto” sacrificale, per trarne frutti di vita».
Così il vescovo Gianrico Ruzza ha spiegato il significato del Corpus Domini nell’omelia della celebrazione eucaristica che ha presieduto questa mattina nel Duomo di Tarquinia.

Alla Messa non è seguita la tradizionale processione eucaristica per le vie del Centro storico a causa del maltempo: le strade erano comunque pronte ad accogliere il Santissimo grazie ai quadri dell’Infiorata preparati durante la notte dai gruppi parrocchiali e dalle aggregazioni laicali presenti in città.

«L’impegno che è chiesto ai fedeli per rimanere fedeli al dono dell’alleanza con il Signore – ha detto monsignor Ruzza – è strettamente congiunto alla profondità del “legame”: avviene tramite il sangue, come insegna la tradizione israelita. Nell’antichità era il sangue di animali immolati, da Gesù in poi, è il sangue dell’Agnello immolato, del Signore, del Cristo. Il sangue dice offerta, legame, coinvolgimento, relazione, vita e vitalità donate, dice flusso d’amore, dice essenza della persona».

«Nella festa odierna – ha concluso il presule – noi celebriamo la nostra libertà dal peccato e da ogni schiavitù, noi viviamo la certezza di essere stati riscattati dal debito grazie al dono di Cristo. In virtù di questa prospettiva di salvezza, ad ogni discepolo è assicurato il futuro della gioia e della speranza».

Al termine della celebrazione sono stati premiati i migliori quadri dell’Infiorata che hanno partecipato al concorso «La notte dei fiori» promosso dal Comune di Tarquinia in collaborazione con la Diocesi di Civitavecchia-Tarquinia.

Il primo premio è stato assegnato alla parrocchia di Santa Lucia Filippini che ha preceduto la parrocchia di Maria Santissima Stella del Mare mentre terzo classificato è stato il quadro del Centro di Aggregazione Giovanile.

Condividi

Articoli Correlati

Premio Campiello a Civitavecchia,Unindustria, Dionisi: la cultura traino di crescita per il territorio

In platea saranno presenti oltre 300 invitati, rappresentanti del mondo dell’industria, della cultura e delle istituzioni, oltre a tanti appassionati di letteratura, che hanno voluto partecipare a questo straordinario evento

Italia Viva del Lazio aderisce alla manifestazione contro lo sfruttamento e il caporalato dei lavoratori in agricoltura

Italia Viva del Lazio aderisce e parteciperà alla grande manifestazione di piazza contro lo sfruttamento e il caporalato dei lavoratori in agricoltura, dopo la drammatica vicenda della morte di Satnam Singh, che si terrà oggi alle 17 a Latina in Piazza della Libertà

Forno in fiamme all’interno di una abitazione

I Vigili del Fuoco di Civitavecchia alle 12 sono intervenuti in via Vincenzo Cardarelli, per un incendio di un forno all’interno della cucina di una casa. All’arrivo sul posto fumo molto denso

Massimiliano Grasso: “Via Fontanatetta, luogo simbolo di Civitavecchia, verrà intitolata a San Giovanni Paolo II”

San Giovanni Paolo II è stato il papa della gente. Una personalità speciale a cui Civitavecchia è molto legata, vista anche la recente inaugurazione della statua a lui dedicata in ricordo della visita pastorale compiuta il 19 marzo 1987

25 Giugno: interruzione flusso idrico per lavori acea

Acea Ato2 comunica che, al fine di consentire la realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria, volti a migliorare l’efficienza del servizio, martedì 25 giugno 2024 sarà necessario effettuare una sospensione del flusso idrico in alcune zone
spot_imgspot_img

«La festa odierna ci invita a riflettere sulla decisione del singolo credente e dell’intera comunità di avere in Cristo il proprio “centro vitale”. L’Eucarestia che adoriamo, portiamo in processione, veneriamo è la presenza reale del Signore Gesù in mezzo a noi. Non è un rito, è il frutto dell’impegno: l’impegno del Signore che perpetua nel memoriale la Sua offerta sacrificale; l’impegno dei credenti di prendere parte al “culto” sacrificale, per trarne frutti di vita».
Così il vescovo Gianrico Ruzza ha spiegato il significato del Corpus Domini nell’omelia della celebrazione eucaristica che ha presieduto questa mattina nel Duomo di Tarquinia.

Alla Messa non è seguita la tradizionale processione eucaristica per le vie del Centro storico a causa del maltempo: le strade erano comunque pronte ad accogliere il Santissimo grazie ai quadri dell’Infiorata preparati durante la notte dai gruppi parrocchiali e dalle aggregazioni laicali presenti in città.

«L’impegno che è chiesto ai fedeli per rimanere fedeli al dono dell’alleanza con il Signore – ha detto monsignor Ruzza – è strettamente congiunto alla profondità del “legame”: avviene tramite il sangue, come insegna la tradizione israelita. Nell’antichità era il sangue di animali immolati, da Gesù in poi, è il sangue dell’Agnello immolato, del Signore, del Cristo. Il sangue dice offerta, legame, coinvolgimento, relazione, vita e vitalità donate, dice flusso d’amore, dice essenza della persona».

«Nella festa odierna – ha concluso il presule – noi celebriamo la nostra libertà dal peccato e da ogni schiavitù, noi viviamo la certezza di essere stati riscattati dal debito grazie al dono di Cristo. In virtù di questa prospettiva di salvezza, ad ogni discepolo è assicurato il futuro della gioia e della speranza».

Al termine della celebrazione sono stati premiati i migliori quadri dell’Infiorata che hanno partecipato al concorso «La notte dei fiori» promosso dal Comune di Tarquinia in collaborazione con la Diocesi di Civitavecchia-Tarquinia.

Il primo premio è stato assegnato alla parrocchia di Santa Lucia Filippini che ha preceduto la parrocchia di Maria Santissima Stella del Mare mentre terzo classificato è stato il quadro del Centro di Aggregazione Giovanile.

Condividi

Iscriviti

- Non perdere mai una notizia con le notifiche

- Ottieni pieno accesso ai nostri contenuti premium

- Naviga gratuitamente da un massimo di 5 dispositivi contemporaneamente

Ultimi articoli

spot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui