34.2 C
Rome
sabato, Giugno 22, 2024
HomeCIVITAVECCHIAMinosse: Poletti ha incontrato i lavoratori

Minosse: Poletti ha incontrato i lavoratori

Date:

Dichiarazioni, Dott. Paolo Poletti:


Nei giorni scorsi il candidato sindaco Paolo Poletti ha affrontato “sul campo” una delle tematiche più scottanti della campagna elettorale, le cui criticità potrebbero trasformarsi a breve termine in vera e propria emergenza sociale: stiamo parlando della MINOSSE srl, o meglio dei lavoratori che operano in detta società, che rischiano di rimanere disoccupati stante l’imminente dismissione della centrale a carbone. E’ un tema che in questa fase di campagna elettorale è stato affrontato da tutti i candidati sindaci con grande cautela dialettica, stante l’evidente ritardo con cui questa spinosa questione è stata affrontata dalle istituzioni locali, che da tempo avrebbero dovuto porre le basi per favorire la riconversione dell’area sostenendo nuove iniziative industriali finalizzate a garantire il mantenimento dei livelli occupazionali.


Il candidato Poletti ha incontrato una nutrita rappresentanza dei lavoratori della MINOSSE, impostando il dialogo principalmente sull’ascolto attento delle istanze più urgenti, che non si sono limitate a generiche richieste di salvaguardia del posto di lavoro ma si sono soprattutto soffermate su ipotesi progettuali troppo a lungo ventilate ma mai iniziate o in qualche modo concretizzate. 
Poletti ha poi esposto il suo punto di vista, peraltro dettagliatamente rappresentato nel programma elettorale. In una prima fase l’Enel dovrebbe assicurare il completo smantellamento dell’area per il ripristino del territorio nel suo stato originario: ciò assicurerebbe da subito il mantenimento dei livelli occupazionali e non solo per lo smaltimento delle scorie ma anche per la realizzazione di un primo circuito di riciclo dei materiali recuperabili.


Impostazione valida anche per il futuro in quanto potrebbero essere ulteriormente incentivati progetti di  economia circolare: modello di produzione che implica condivisione, riutilizzo, riparazione, ricondizionamento e riciclo dei materiali e prodotti esistenti, inseriti in un circuito virtuoso finalizzato soprattutto al recupero di materiali di pregio destinati alla transizione energetica. Tali progetti non dovrebbero ridursi alla mera estrazione di materiali ma anche alla correlata produzione di semilavorati, sempre nell’ottica di favorire ed incrementare il livello occupazionale.
L’incontro con gli operai della Minosse si è svolto quindi in un clima di condivisione di idee e di confronto programmatico, nell’auspicio che il prossimo governo cittadino possa rinnovare tali contatti in un clima di rinnovata progettualità.

Condividi

Articoli Correlati

Premio Campiello a Civitavecchia,Unindustria, Dionisi: la cultura traino di crescita per il territorio

In platea saranno presenti oltre 300 invitati, rappresentanti del mondo dell’industria, della cultura e delle istituzioni, oltre a tanti appassionati di letteratura, che hanno voluto partecipare a questo straordinario evento

Italia Viva del Lazio aderisce alla manifestazione contro lo sfruttamento e il caporalato dei lavoratori in agricoltura

Italia Viva del Lazio aderisce e parteciperà alla grande manifestazione di piazza contro lo sfruttamento e il caporalato dei lavoratori in agricoltura, dopo la drammatica vicenda della morte di Satnam Singh, che si terrà oggi alle 17 a Latina in Piazza della Libertà

Forno in fiamme all’interno di una abitazione

I Vigili del Fuoco di Civitavecchia alle 12 sono intervenuti in via Vincenzo Cardarelli, per un incendio di un forno all’interno della cucina di una casa. All’arrivo sul posto fumo molto denso

Massimiliano Grasso: “Via Fontanatetta, luogo simbolo di Civitavecchia, verrà intitolata a San Giovanni Paolo II”

San Giovanni Paolo II è stato il papa della gente. Una personalità speciale a cui Civitavecchia è molto legata, vista anche la recente inaugurazione della statua a lui dedicata in ricordo della visita pastorale compiuta il 19 marzo 1987

25 Giugno: interruzione flusso idrico per lavori acea

Acea Ato2 comunica che, al fine di consentire la realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria, volti a migliorare l’efficienza del servizio, martedì 25 giugno 2024 sarà necessario effettuare una sospensione del flusso idrico in alcune zone
spot_imgspot_img

Dichiarazioni, Dott. Paolo Poletti:


Nei giorni scorsi il candidato sindaco Paolo Poletti ha affrontato “sul campo” una delle tematiche più scottanti della campagna elettorale, le cui criticità potrebbero trasformarsi a breve termine in vera e propria emergenza sociale: stiamo parlando della MINOSSE srl, o meglio dei lavoratori che operano in detta società, che rischiano di rimanere disoccupati stante l’imminente dismissione della centrale a carbone. E’ un tema che in questa fase di campagna elettorale è stato affrontato da tutti i candidati sindaci con grande cautela dialettica, stante l’evidente ritardo con cui questa spinosa questione è stata affrontata dalle istituzioni locali, che da tempo avrebbero dovuto porre le basi per favorire la riconversione dell’area sostenendo nuove iniziative industriali finalizzate a garantire il mantenimento dei livelli occupazionali.


Il candidato Poletti ha incontrato una nutrita rappresentanza dei lavoratori della MINOSSE, impostando il dialogo principalmente sull’ascolto attento delle istanze più urgenti, che non si sono limitate a generiche richieste di salvaguardia del posto di lavoro ma si sono soprattutto soffermate su ipotesi progettuali troppo a lungo ventilate ma mai iniziate o in qualche modo concretizzate. 
Poletti ha poi esposto il suo punto di vista, peraltro dettagliatamente rappresentato nel programma elettorale. In una prima fase l’Enel dovrebbe assicurare il completo smantellamento dell’area per il ripristino del territorio nel suo stato originario: ciò assicurerebbe da subito il mantenimento dei livelli occupazionali e non solo per lo smaltimento delle scorie ma anche per la realizzazione di un primo circuito di riciclo dei materiali recuperabili.


Impostazione valida anche per il futuro in quanto potrebbero essere ulteriormente incentivati progetti di  economia circolare: modello di produzione che implica condivisione, riutilizzo, riparazione, ricondizionamento e riciclo dei materiali e prodotti esistenti, inseriti in un circuito virtuoso finalizzato soprattutto al recupero di materiali di pregio destinati alla transizione energetica. Tali progetti non dovrebbero ridursi alla mera estrazione di materiali ma anche alla correlata produzione di semilavorati, sempre nell’ottica di favorire ed incrementare il livello occupazionale.
L’incontro con gli operai della Minosse si è svolto quindi in un clima di condivisione di idee e di confronto programmatico, nell’auspicio che il prossimo governo cittadino possa rinnovare tali contatti in un clima di rinnovata progettualità.

Condividi

Iscriviti

- Non perdere mai una notizia con le notifiche

- Ottieni pieno accesso ai nostri contenuti premium

- Naviga gratuitamente da un massimo di 5 dispositivi contemporaneamente

Ultimi articoli

spot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui