31.3 C
Rome
sabato, Giugno 22, 2024
HomeLADISPOLIConcorso “Buono e Bio” gli studenti dell’ alberghiero di Ladispoli sul podio

Concorso “Buono e Bio” gli studenti dell’ alberghiero di Ladispoli sul podio

Date:

Un Concorso riservato agli studenti degli Istituti Alberghieri e agli chef del futuro per sensibilizzarli sui temi della sostenibilità e del consumo consapevole: “Buono. E’ Bio”:questo il nome del contest che sabato 25 maggio ha visto competere per il podio Filippo Bacchetta (V KB) e Camilla Fioravanti (III P) risultati vincitori rispettivamente con i piatti “Ravioli ripieni di ricotta e pecorino romano su crema di carciofi e menta” e “Nido bianco dei pascoli romani al profumo di menta”. “La filosofia alla base del concorso – ha spiegato Paolo Ferranti, Docente di Enogastronomia dell’Istituto Alberghiero di Ladispoli – è quella di porre il focus sull’agricoltura biologica, sottolineando i legami fra salute e corretti stili alimentari. Si tratta di vincere uno sfida: troppi sono infatti i luoghi comuni e gli stereotipi che tendono a relegare il “bio” in posizioni di “nicchia”. Ma con questa giornata desideriamo far comprendere ai futuri professionisti del cibo che l’attenzione al benessere dell’organismo non deve rimanere appannaggio di minoranze o di ristrette “élite di consumatori”.Tutti dobbiamo prestare attenzione all’ecosostenibilità, alle filiere, alla provenienza, alla tracciabilità e alla qualità dei prodotti”.

Secondo il Disciplinare di gara, i concorrenti hanno proposto “un’interpretazione personale, moderna e creativa di un primo piatto realizzato con prodotti biologici”. Le ricette dovevano essere “espressione dei valori del biologico sia dal punto di vista nutrizionale sia dal punto di vista della sostenibilità della materia prima”. Durata dello show-cooking 25 minuti. Nel corso della prova gli allievi dovevano spiegare le modalità e le fasi delle preparazioni e le caratteristiche degli ingredienti utilizzati. Oltre ad una targa consegnata ai vincitori, alla scuola di provenienza è stato consegnato un apprezzatissimo pacco-dono con ben 150 kg di prodotti biologici. 

Condividi

Articoli Correlati

Premio Campiello a Civitavecchia,Unindustria, Dionisi: la cultura traino di crescita per il territorio

In platea saranno presenti oltre 300 invitati, rappresentanti del mondo dell’industria, della cultura e delle istituzioni, oltre a tanti appassionati di letteratura, che hanno voluto partecipare a questo straordinario evento

Italia Viva del Lazio aderisce alla manifestazione contro lo sfruttamento e il caporalato dei lavoratori in agricoltura

Italia Viva del Lazio aderisce e parteciperà alla grande manifestazione di piazza contro lo sfruttamento e il caporalato dei lavoratori in agricoltura, dopo la drammatica vicenda della morte di Satnam Singh, che si terrà oggi alle 17 a Latina in Piazza della Libertà

Forno in fiamme all’interno di una abitazione

I Vigili del Fuoco di Civitavecchia alle 12 sono intervenuti in via Vincenzo Cardarelli, per un incendio di un forno all’interno della cucina di una casa. All’arrivo sul posto fumo molto denso

Massimiliano Grasso: “Via Fontanatetta, luogo simbolo di Civitavecchia, verrà intitolata a San Giovanni Paolo II”

San Giovanni Paolo II è stato il papa della gente. Una personalità speciale a cui Civitavecchia è molto legata, vista anche la recente inaugurazione della statua a lui dedicata in ricordo della visita pastorale compiuta il 19 marzo 1987

25 Giugno: interruzione flusso idrico per lavori acea

Acea Ato2 comunica che, al fine di consentire la realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria, volti a migliorare l’efficienza del servizio, martedì 25 giugno 2024 sarà necessario effettuare una sospensione del flusso idrico in alcune zone
spot_imgspot_img

Un Concorso riservato agli studenti degli Istituti Alberghieri e agli chef del futuro per sensibilizzarli sui temi della sostenibilità e del consumo consapevole: “Buono. E’ Bio”:questo il nome del contest che sabato 25 maggio ha visto competere per il podio Filippo Bacchetta (V KB) e Camilla Fioravanti (III P) risultati vincitori rispettivamente con i piatti “Ravioli ripieni di ricotta e pecorino romano su crema di carciofi e menta” e “Nido bianco dei pascoli romani al profumo di menta”. “La filosofia alla base del concorso – ha spiegato Paolo Ferranti, Docente di Enogastronomia dell’Istituto Alberghiero di Ladispoli – è quella di porre il focus sull’agricoltura biologica, sottolineando i legami fra salute e corretti stili alimentari. Si tratta di vincere uno sfida: troppi sono infatti i luoghi comuni e gli stereotipi che tendono a relegare il “bio” in posizioni di “nicchia”. Ma con questa giornata desideriamo far comprendere ai futuri professionisti del cibo che l’attenzione al benessere dell’organismo non deve rimanere appannaggio di minoranze o di ristrette “élite di consumatori”.Tutti dobbiamo prestare attenzione all’ecosostenibilità, alle filiere, alla provenienza, alla tracciabilità e alla qualità dei prodotti”.

Secondo il Disciplinare di gara, i concorrenti hanno proposto “un’interpretazione personale, moderna e creativa di un primo piatto realizzato con prodotti biologici”. Le ricette dovevano essere “espressione dei valori del biologico sia dal punto di vista nutrizionale sia dal punto di vista della sostenibilità della materia prima”. Durata dello show-cooking 25 minuti. Nel corso della prova gli allievi dovevano spiegare le modalità e le fasi delle preparazioni e le caratteristiche degli ingredienti utilizzati. Oltre ad una targa consegnata ai vincitori, alla scuola di provenienza è stato consegnato un apprezzatissimo pacco-dono con ben 150 kg di prodotti biologici. 

Condividi

Iscriviti

- Non perdere mai una notizia con le notifiche

- Ottieni pieno accesso ai nostri contenuti premium

- Naviga gratuitamente da un massimo di 5 dispositivi contemporaneamente

Ultimi articoli

spot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui