30.4 C
Rome
mercoledì, Giugno 12, 2024
HomeCURIATarquinia: il Vescovo Gianrico Ruzza saluta i partecipanti alla processione del Cristo...

Tarquinia: il Vescovo Gianrico Ruzza saluta i partecipanti alla processione del Cristo Risorto

Date:

Articoli Correlati

Massimiliano Grasso: “Ringrazio i cittadini per questo risultato, da domani si ricomincia a lavorare”

Tutti insieme abbiamo raggiunto il nostro primo obiettivo”. Con grande entusiasmo, al termine dello spoglio del primo turno, Massimiliano Grasso ringrazia i cittadini

Piendibene (centrosinistra): Salute pubblica, welfare e cura dell’ambiente per costruire una città per tutte e tutti

Crediamo che il tema della vivibilità sia centrale e soprattutto in una città come Civitavecchia debba essere oggetto principe del dibattito pubblico e conseguentemente dell'azione amministrativa

Scenari internazionali, performance portuali, analisi dei modelli green e i dati 2023 dei porti italiani

Continua la sinergia tra il mondo della portualità, rappresentato daAssoporti, e quello della ricerca economica rappresentato da SRM(centro studi collegato al Gruppo Intesa Sanpaolo), che lanciano unsecondo numero del 2024 

Incedente braccianese claudia

Alle ore 06.15 di questa mattina i Vigili del fuoco di Civitavecchia si sono portati al chilometro 32 della Braccianese Claudia, comune Allumiere per incidente stradale

Ladispoli summer fest 2024

Venerdì 14 giugno 2024 alle ore 17:30 presso Bagni 33, lungomare Regina Elena 33, si terrà la presentazione del Summer Fest 2024 e del cartellone delle manifestazioni estive
spot_imgspot_img

«Davanti al sepolcro vuoto siamo chiamati a credere che la Parola si compie. Credere che Dio risponde all’immensa solitudine dell’uomo e che intende abolire la sua schiavitù. Credere che ciò che all’uomo è impossibile – perpetuare la vita e distruggere la morte -, per Dio è realtà e oggettività. Credere che le Scritture sono il veicolo dell’Amore e che ci parlano di vita, accogliendole veramente nel loro dispiegarsi nella storia, noi potremo vivere pienamente e sicuramente».

Così il vescovo Gianrico Ruzza ha salutato i partecipanti alla processione del Cristo Risorto che, come tradizione, il pomeriggio della Domenica di Pasqua, ha festosamente attraversato le vie di Tarquinia. Ha aperto il corteo la squadra degli Sparatori, che imbracciano fucili caricati a salve che sparano coriandoli. Una componente originale di questa processione è poi quella dei portatori dei Tronchi, grandi croci con ghirlanda di fiori. Si tratta di croci il cui peso si aggira dai settantacinque ai novantacinque chili. Di notevole altezza (la più grande raggiunge circa 5 metri), il loro trasporto richiede una grande abilità e forza per non essere sbilanciati durante il trasporto. 

É una dimostrazione di forza, di abilità e di resistenza. Anche il compito degli sparatori e dei portatori di tronchi si tramanda, nei limiti del possibile, all’interno della famiglia. Fanno parte della processione anche i portatori dei Lampioni e lo Stendardino, e la Banda.

La statua del Cristo racchiude in sè una complessa simbologia. Poggia su una nuvola di colore argento che ben rende l’idea del movimento della Risurrezione, momento in cui Cristo entra nella gloria. Dietro la statua una grande raggiera dorata simboleggia la luce divina che si irradia sull’umanità diventata, come dice San Paolo, “figlia della luce”. 

Il corpo è parzialmente rivestito da un drappo rosso porpora posto sulla spalla sinistra. Il colore ha un significato ben preciso, infatti il rosso è simbolo del sangue versato dai martiri, mentre il porpora simboleggia la regalità ed il sacerdozio. Il bianco vessillo della rossa croce, sostenuto dalla mano sinistra, sventola sotto l’azione di un vento invisibile che sembra trasportare il messaggio di pace del Cristo fino alle più remote terre del mondo.

Condividi

Iscriviti

- Non perdere mai una notizia con le notifiche

- Ottieni pieno accesso ai nostri contenuti premium

- Naviga gratuitamente da un massimo di 5 dispositivi contemporaneamente

Ultimi articoli

spot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui