31.3 C
Rome
sabato, Giugno 22, 2024
HomeLADISPOLIGli allievi dell’istituto superiore ‘Giuseppe di Vittorio’ di Ladispoli visitano il T.A.R...

Gli allievi dell’istituto superiore ‘Giuseppe di Vittorio’ di Ladispoli visitano il T.A.R del Lazio

Date:

Si chiama “Il Tar del Lazio per gli studenti: Costituzione, Giudici e Cittadini di domani” ed è l’iniziativa ideata e promossa già dal 2008 dal Consigliere di Stato Raffaello Sestini. Interrotta solo durante l’emergenza sanitaria ha ottenuto negli anni un successo crescente incontrando l’interesse di moltissimi allievi delle Scuole Secondarie del Lazio. “Si tratta di un’occasione imperdibile per dare concretezza a concetti di assoluto rilievo che sono alla base della convivenza democratica e dell’educazione alla cittadinanza. – ha sottolineato la Prof.ssa Rosa Torino, Docente di Diritto ed Economia dell’Istituto Alberghiero di Ladispoli e Referente delle attività di Educazione Civica – Per noi è diventato un appuntamento fisso cui non intendiamo rinunciare”. Durante la visita al T.A.R. che si è svolta lunedì 29 gennaio, sono stati illustrati agli studenti i principi costituzionali relativi alla tutela giurisdizionale, grazie all’intervento di avvocati e magistrati del Tribunale. Ad accompagnare gli allievi dell’Istituto Alberghiero e dell’Indirizzo Amministrazione Finanza e Marketing sono stati il Prof. Daniele Manzo e la Prof.ssa Lucia Gargiulo. 

Prevista dall’Art. 125 della Costituzione, l’istituzione di organi di giustizia amministrativa di primo grado a circoscrizione regionale – ha ricordato la Prof.ssa Torino – è avvenuta solo con la Legge 6 dicembre 1971 n. 1034. Le sentenze dei giudici amministrativi di primo gradosono appellabili dinanzi al Consiglio di Stato, per cui si tratta dell’unico tipo di giurisdizione a prevedere solo due gradi di giudizio. Prima dell’istituzione dei T.A.R. il Consiglio di Stato giudicava in unica istanza. 

Ma gli allievi del ‘Di Vittorio’ lunedì 29 gennaio si sono cimentati anche in una simulazione processuale che li ha visti dibattere un primo ricorso presentato dai genitori di un’alunna a cui era stato attribuito un 7 in condotta, un secondo relativo ad una sanzione disciplinare riguardante un membro delle Forze di Polizia e un terzo attinente ad un caso di esclusione concorsuale ai danni di un Agente della Guardia di Finanza.

“E’ stata una giornata istruttiva e coinvolgente per gli studenti – ha sottolineato la Prof.ssa Lucia Gargiulo – che ha reso concreti concetti e princìpi troppo spesso percepiti come astratti e lontani dalla vita vissuta e dalla quotidianità. Un’esperienza assolutamente da ripetere”.

Condividi

Articoli Correlati

Premio Campiello a Civitavecchia,Unindustria, Dionisi: la cultura traino di crescita per il territorio

In platea saranno presenti oltre 300 invitati, rappresentanti del mondo dell’industria, della cultura e delle istituzioni, oltre a tanti appassionati di letteratura, che hanno voluto partecipare a questo straordinario evento

Italia Viva del Lazio aderisce alla manifestazione contro lo sfruttamento e il caporalato dei lavoratori in agricoltura

Italia Viva del Lazio aderisce e parteciperà alla grande manifestazione di piazza contro lo sfruttamento e il caporalato dei lavoratori in agricoltura, dopo la drammatica vicenda della morte di Satnam Singh, che si terrà oggi alle 17 a Latina in Piazza della Libertà

Forno in fiamme all’interno di una abitazione

I Vigili del Fuoco di Civitavecchia alle 12 sono intervenuti in via Vincenzo Cardarelli, per un incendio di un forno all’interno della cucina di una casa. All’arrivo sul posto fumo molto denso

Massimiliano Grasso: “Via Fontanatetta, luogo simbolo di Civitavecchia, verrà intitolata a San Giovanni Paolo II”

San Giovanni Paolo II è stato il papa della gente. Una personalità speciale a cui Civitavecchia è molto legata, vista anche la recente inaugurazione della statua a lui dedicata in ricordo della visita pastorale compiuta il 19 marzo 1987

25 Giugno: interruzione flusso idrico per lavori acea

Acea Ato2 comunica che, al fine di consentire la realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria, volti a migliorare l’efficienza del servizio, martedì 25 giugno 2024 sarà necessario effettuare una sospensione del flusso idrico in alcune zone
spot_imgspot_img

Si chiama “Il Tar del Lazio per gli studenti: Costituzione, Giudici e Cittadini di domani” ed è l’iniziativa ideata e promossa già dal 2008 dal Consigliere di Stato Raffaello Sestini. Interrotta solo durante l’emergenza sanitaria ha ottenuto negli anni un successo crescente incontrando l’interesse di moltissimi allievi delle Scuole Secondarie del Lazio. “Si tratta di un’occasione imperdibile per dare concretezza a concetti di assoluto rilievo che sono alla base della convivenza democratica e dell’educazione alla cittadinanza. – ha sottolineato la Prof.ssa Rosa Torino, Docente di Diritto ed Economia dell’Istituto Alberghiero di Ladispoli e Referente delle attività di Educazione Civica – Per noi è diventato un appuntamento fisso cui non intendiamo rinunciare”. Durante la visita al T.A.R. che si è svolta lunedì 29 gennaio, sono stati illustrati agli studenti i principi costituzionali relativi alla tutela giurisdizionale, grazie all’intervento di avvocati e magistrati del Tribunale. Ad accompagnare gli allievi dell’Istituto Alberghiero e dell’Indirizzo Amministrazione Finanza e Marketing sono stati il Prof. Daniele Manzo e la Prof.ssa Lucia Gargiulo. 

Prevista dall’Art. 125 della Costituzione, l’istituzione di organi di giustizia amministrativa di primo grado a circoscrizione regionale – ha ricordato la Prof.ssa Torino – è avvenuta solo con la Legge 6 dicembre 1971 n. 1034. Le sentenze dei giudici amministrativi di primo gradosono appellabili dinanzi al Consiglio di Stato, per cui si tratta dell’unico tipo di giurisdizione a prevedere solo due gradi di giudizio. Prima dell’istituzione dei T.A.R. il Consiglio di Stato giudicava in unica istanza. 

Ma gli allievi del ‘Di Vittorio’ lunedì 29 gennaio si sono cimentati anche in una simulazione processuale che li ha visti dibattere un primo ricorso presentato dai genitori di un’alunna a cui era stato attribuito un 7 in condotta, un secondo relativo ad una sanzione disciplinare riguardante un membro delle Forze di Polizia e un terzo attinente ad un caso di esclusione concorsuale ai danni di un Agente della Guardia di Finanza.

“E’ stata una giornata istruttiva e coinvolgente per gli studenti – ha sottolineato la Prof.ssa Lucia Gargiulo – che ha reso concreti concetti e princìpi troppo spesso percepiti come astratti e lontani dalla vita vissuta e dalla quotidianità. Un’esperienza assolutamente da ripetere”.

Condividi

Iscriviti

- Non perdere mai una notizia con le notifiche

- Ottieni pieno accesso ai nostri contenuti premium

- Naviga gratuitamente da un massimo di 5 dispositivi contemporaneamente

Ultimi articoli

spot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui