34.2 C
Rome
sabato, Giugno 22, 2024
HomeCIVITAVECCHIAEolico offshore a Civitavecchia, Mari (FdI): “Bene l'emendamento al Decreto Energia. Ora...

Eolico offshore a Civitavecchia, Mari (FdI): “Bene l’emendamento al Decreto Energia. Ora servono le risposte di Enel”.

Date:

«Grazie all’emendamento al Decreto Energia presentato dagli On. Battilocchio e D’Attis, il Governo Meloni ha rimesso in gioco la città di Civitavecchia, che ora potrà partecipare ai bandi per i cantieri a terra».


E’ quanto dichiara in una nota la consigliera regionale del Lazio e Presidente della Commissione “Affari europei e internazionali”, Emanuela Mari, che aggiunge: «Un provvedimento importante per lo sviluppo del nostro territorio, dove anche la Regione Lazio, del Presidente Rocca, è da sempre in prima fila».
«Poter sviluppare l’eolico offshore a Civitavecchia, – sottolinea Mari – in concomitanza con la delicatissima uscita dal carbone della centrale Enel di Torrevaldaliga nord, vuol dire sostenere l’economia regionale, tutelare il polo industriale della nostra città e salvaguardare l’occupazione dell’intero comparto energetico, ma non basta. In tale ottica continuo a chiedere il coinvolgimento ufficiale dei vertici nazionali di Enel S.p.A. ed il mantenimento degli impegni nel settore delle rinnovabili. Il silenzio del colosso energetico e la mancanza, appunto, di impegni ufficiali sono dannosi perché non permettono la programmazione e le alternative in settori strategici come quello energetico e occupazionale. 
Come Fratelli d’Italia e come

Regione Lazio continueremo a tutelare il territorio e ad essere parte attiva di questo processo di trasformazione economica, con spirito di piena collaborazione con tutti gli attori coinvolti. Ed è  arrivato il momento che anche Enel faccia la sua parte!», conclude Emanuela Mari.

Condividi

Articoli Correlati

Premio Campiello a Civitavecchia,Unindustria, Dionisi: la cultura traino di crescita per il territorio

In platea saranno presenti oltre 300 invitati, rappresentanti del mondo dell’industria, della cultura e delle istituzioni, oltre a tanti appassionati di letteratura, che hanno voluto partecipare a questo straordinario evento

Italia Viva del Lazio aderisce alla manifestazione contro lo sfruttamento e il caporalato dei lavoratori in agricoltura

Italia Viva del Lazio aderisce e parteciperà alla grande manifestazione di piazza contro lo sfruttamento e il caporalato dei lavoratori in agricoltura, dopo la drammatica vicenda della morte di Satnam Singh, che si terrà oggi alle 17 a Latina in Piazza della Libertà

Forno in fiamme all’interno di una abitazione

I Vigili del Fuoco di Civitavecchia alle 12 sono intervenuti in via Vincenzo Cardarelli, per un incendio di un forno all’interno della cucina di una casa. All’arrivo sul posto fumo molto denso

Massimiliano Grasso: “Via Fontanatetta, luogo simbolo di Civitavecchia, verrà intitolata a San Giovanni Paolo II”

San Giovanni Paolo II è stato il papa della gente. Una personalità speciale a cui Civitavecchia è molto legata, vista anche la recente inaugurazione della statua a lui dedicata in ricordo della visita pastorale compiuta il 19 marzo 1987

25 Giugno: interruzione flusso idrico per lavori acea

Acea Ato2 comunica che, al fine di consentire la realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria, volti a migliorare l’efficienza del servizio, martedì 25 giugno 2024 sarà necessario effettuare una sospensione del flusso idrico in alcune zone
spot_imgspot_img

«Grazie all’emendamento al Decreto Energia presentato dagli On. Battilocchio e D’Attis, il Governo Meloni ha rimesso in gioco la città di Civitavecchia, che ora potrà partecipare ai bandi per i cantieri a terra».


E’ quanto dichiara in una nota la consigliera regionale del Lazio e Presidente della Commissione “Affari europei e internazionali”, Emanuela Mari, che aggiunge: «Un provvedimento importante per lo sviluppo del nostro territorio, dove anche la Regione Lazio, del Presidente Rocca, è da sempre in prima fila».
«Poter sviluppare l’eolico offshore a Civitavecchia, – sottolinea Mari – in concomitanza con la delicatissima uscita dal carbone della centrale Enel di Torrevaldaliga nord, vuol dire sostenere l’economia regionale, tutelare il polo industriale della nostra città e salvaguardare l’occupazione dell’intero comparto energetico, ma non basta. In tale ottica continuo a chiedere il coinvolgimento ufficiale dei vertici nazionali di Enel S.p.A. ed il mantenimento degli impegni nel settore delle rinnovabili. Il silenzio del colosso energetico e la mancanza, appunto, di impegni ufficiali sono dannosi perché non permettono la programmazione e le alternative in settori strategici come quello energetico e occupazionale. 
Come Fratelli d’Italia e come

Regione Lazio continueremo a tutelare il territorio e ad essere parte attiva di questo processo di trasformazione economica, con spirito di piena collaborazione con tutti gli attori coinvolti. Ed è  arrivato il momento che anche Enel faccia la sua parte!», conclude Emanuela Mari.

Condividi

Iscriviti

- Non perdere mai una notizia con le notifiche

- Ottieni pieno accesso ai nostri contenuti premium

- Naviga gratuitamente da un massimo di 5 dispositivi contemporaneamente

Ultimi articoli

spot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui