34.2 C
Rome
sabato, Giugno 22, 2024
HomeTARQUINIADeposito scorie radioattive, il comune di Tarquinia si difende e nomina un...

Deposito scorie radioattive, il comune di Tarquinia si difende e nomina un legale

Date:

Sul deposito di rifiuti radioattivi, il Comune di Tarquinia si difende e passa all’attacco con una delibera di Giunta che impegna il Comune in azioni concrete, nella quale si chiede di “autorizzare il Comune di Tarquinia a incardinare ricorso innanzi al TAR Lazio per l’annullamento dell’Elenco delle aree presenti nella proposta di Carta Nazionale delle Aree Idonee (CNAI) pubblicato in data 13 dicembre 2023 nella parte che comprende la zona VT-25, nella quale insiste anche il Comune di Tarquinia, nonché di eventuali atti successivi e conseguenti per i quali sia necessario presentare ricorsi per motivi aggiunti”.

Il sindaco Alessandro Giulivi specifica che “dopo la scrematura,il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica ha pubblicato l’elenco contenuto nella carta delle aree idonee. Il sito VT-25 che riguarda direttamente il nostro territorio non è stato stornato; per questo motivo stamattina, la Giunta comunale ha deliberato una serie di impegni ed azioni concrete che il Comune di Tarquinia intende adottare, al fine di proteggere il nostro territorio dal punto di vista ambientale, agricolo, economico e della salutedando mandato ad una studio legale che, sull’argomento specifico, ci indicherà come difenderci a noma di legge, contro una speculazione che non può essere permessa e tollerata. Il  febbraio saremo presenti all’Assemblea Pubblica “No al deposito nazionale rifiuti radioattivi nella Tuscia”, organizzato presso il Teatro Lea Padovani di Montalto di Castro, su sollecitazione dei movimenti a tutela dell’ambiente. Sulla tutela dell’ambiente servono azioni concrete” conclude Giulivi.

Noemi Tsuno, il legale che seguirà il contenzioso, già nel 2021 aveva assistito in via stragiudiziale e di precontenzioso l’amministrazione comunale in ordine alla tutela dell’Ente rispetto alla localizzazione dell’area VT-25, presentando le osservazioni contro l’ipotetica scelta di Tarquinia quale sito per lo stoccaggio delle scorie.

Nel ringraziare l’amministrazione comunale per la fiducia accordatamiproseguirò con determinazione nella difesa del territorio di Tarquinia, rilevando tutti i vizi di provvedimenti che possano nuocere alla comunità del civico ente” dichiara l’avv. Tsuno.

Condividi

Articoli Correlati

Premio Campiello a Civitavecchia,Unindustria, Dionisi: la cultura traino di crescita per il territorio

In platea saranno presenti oltre 300 invitati, rappresentanti del mondo dell’industria, della cultura e delle istituzioni, oltre a tanti appassionati di letteratura, che hanno voluto partecipare a questo straordinario evento

Italia Viva del Lazio aderisce alla manifestazione contro lo sfruttamento e il caporalato dei lavoratori in agricoltura

Italia Viva del Lazio aderisce e parteciperà alla grande manifestazione di piazza contro lo sfruttamento e il caporalato dei lavoratori in agricoltura, dopo la drammatica vicenda della morte di Satnam Singh, che si terrà oggi alle 17 a Latina in Piazza della Libertà

Forno in fiamme all’interno di una abitazione

I Vigili del Fuoco di Civitavecchia alle 12 sono intervenuti in via Vincenzo Cardarelli, per un incendio di un forno all’interno della cucina di una casa. All’arrivo sul posto fumo molto denso

Massimiliano Grasso: “Via Fontanatetta, luogo simbolo di Civitavecchia, verrà intitolata a San Giovanni Paolo II”

San Giovanni Paolo II è stato il papa della gente. Una personalità speciale a cui Civitavecchia è molto legata, vista anche la recente inaugurazione della statua a lui dedicata in ricordo della visita pastorale compiuta il 19 marzo 1987

25 Giugno: interruzione flusso idrico per lavori acea

Acea Ato2 comunica che, al fine di consentire la realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria, volti a migliorare l’efficienza del servizio, martedì 25 giugno 2024 sarà necessario effettuare una sospensione del flusso idrico in alcune zone
spot_imgspot_img

Sul deposito di rifiuti radioattivi, il Comune di Tarquinia si difende e passa all’attacco con una delibera di Giunta che impegna il Comune in azioni concrete, nella quale si chiede di “autorizzare il Comune di Tarquinia a incardinare ricorso innanzi al TAR Lazio per l’annullamento dell’Elenco delle aree presenti nella proposta di Carta Nazionale delle Aree Idonee (CNAI) pubblicato in data 13 dicembre 2023 nella parte che comprende la zona VT-25, nella quale insiste anche il Comune di Tarquinia, nonché di eventuali atti successivi e conseguenti per i quali sia necessario presentare ricorsi per motivi aggiunti”.

Il sindaco Alessandro Giulivi specifica che “dopo la scrematura,il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica ha pubblicato l’elenco contenuto nella carta delle aree idonee. Il sito VT-25 che riguarda direttamente il nostro territorio non è stato stornato; per questo motivo stamattina, la Giunta comunale ha deliberato una serie di impegni ed azioni concrete che il Comune di Tarquinia intende adottare, al fine di proteggere il nostro territorio dal punto di vista ambientale, agricolo, economico e della salutedando mandato ad una studio legale che, sull’argomento specifico, ci indicherà come difenderci a noma di legge, contro una speculazione che non può essere permessa e tollerata. Il  febbraio saremo presenti all’Assemblea Pubblica “No al deposito nazionale rifiuti radioattivi nella Tuscia”, organizzato presso il Teatro Lea Padovani di Montalto di Castro, su sollecitazione dei movimenti a tutela dell’ambiente. Sulla tutela dell’ambiente servono azioni concrete” conclude Giulivi.

Noemi Tsuno, il legale che seguirà il contenzioso, già nel 2021 aveva assistito in via stragiudiziale e di precontenzioso l’amministrazione comunale in ordine alla tutela dell’Ente rispetto alla localizzazione dell’area VT-25, presentando le osservazioni contro l’ipotetica scelta di Tarquinia quale sito per lo stoccaggio delle scorie.

Nel ringraziare l’amministrazione comunale per la fiducia accordatamiproseguirò con determinazione nella difesa del territorio di Tarquinia, rilevando tutti i vizi di provvedimenti che possano nuocere alla comunità del civico ente” dichiara l’avv. Tsuno.

Condividi

Iscriviti

- Non perdere mai una notizia con le notifiche

- Ottieni pieno accesso ai nostri contenuti premium

- Naviga gratuitamente da un massimo di 5 dispositivi contemporaneamente

Ultimi articoli

spot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui